venerdì 14 ottobre 2011

...e trenta!


Sono nata in un primo pomeriggio di metà ottobre di un trentennio fa...

Ah,dite che ve l'ho già raccontata?
Vero è!

Ok allora come non detto.
Era solo che quest'anno pensavo di premunirmi, non sia mai che dovesse verificarsi, come l'anno passato, lo spiacevole caso che quasi nessuno se ne ricordi, che poi, va be', non è la fine del mondo, mi dico, siam tutti adulti, non è che ci aspettiamo ancora le candeline e battimani, tanti auguri a te e i regali, possiamo sopravvivere anche senza.
E però quando poi ti succede, che magari sei già un pochino sul depresso andante di tuo, e il telefono tace, e neppure vibra, non un sms da quell'amica che non senti da mesi, e tua figlia di mesi tre rompe le palle tutto il giorno e tu passi la giornata a scarrozzartela in marsupio su e giù per il viale alberato lungo il fiume, dove la gente va a correre, e tu marci, con lei che piange, e qualcuno si gira a guardarti storto, o almeno così ti sembra, e ti senti tagliata fuori dal mondo, e che tutti si siano dimenticati di te, e proprio oggi, che ti senti un pochino in diritto di pretendere che invece ti si prenda il considerazione, un giorno solo su 365, cacchio...
Va be'.
Questo succedeva l'anno scorso: pessimo compleanno.
La ciliegina è stata quando, con le lacrime in gola ho confessato a un'amica che il beduino si era ricordato dell'evento solo a sera tardi, presentandomi auguri tardivi e desolati, e io che per tutto il tempo avevo cercato di sperarci, che invece l'avesse fatto apposta, a non dirmi niente, al mattino, perché mi aveva preparato qualcosa, che mi dicesse: dai, oggi tengo io la pupa, tu vatti a fare un giro, vai alla mostra che volevi vedere, vai al cinema... che poi non sarei andata probabilmente, ma...
Auguri Ciccionismo al mio risveglio sarebbe bastato. Oggi non apro, andiamo a farci un giro tutti e tre. Invece niente.
E sapete cosa mi ha risposto la mia amica? "Povero Hasuna".
La guardo incredula: "Povero Hasuna?" ma è una battuta o cosa?
"Povero Hasuna: chissà come sta stressato per arrivare a scordarsi questa cosa."
E che le dovevo dire? Ovvio: mi sono incazzata. Che lui veicola normalmente maggior empatia degli altri sulla sua persona lo sapevo già, ma fino a questo punto...
Ma non rimuginiamo. Potrei essere superiore, dire che non mi piace pretendere che mi si celebri, che non lo pretendo, che il compleanno in fondo è un giorno come un altro.
Ma mentirei. Mi aspetto invece di essere ricordata, che mi si celebri. Mi fa piacere. Mi hanno abituato così da piccola, in famiglia, che i compleanni si celebravano. Stupidamente, magari, simbolicamente, con una torta e una consegna di pacchetti a fine cena, ma si celebravano.
Questo è il tuo giorno.
E allora, per non farmi mancare proprio niente quest'anno, che compio il mio primo trentennio di vita, dovrò iniziare ad abbassarmi l'età quando me la chiedono (seee!), smetterla di ritenermi una madre giovane e scapestrata (pfuì!), ecco qui la mia personale autocelebrazione, rievocando i momenti salienti delle mie passate età:
  • 14 ottobre 1986 (forse): mi alzo a sedere sul letto. Cosa c'è sulla mia testa? Una cosa penzolante, un pacchetto... per me? Wow! Dal mio fratello grande, un regalo tanto agognato, un fantastico bruco fluorescente in cellulosa (roba che andava forte all'epoca), che mi lasciai persuadere a regalare a mia volta a una compagnuccia di asilo, il giorno stesso o qualche giorno più in là, dietro il subdolo ricatto del "non ti sono più amichetta" (grave errore portare all'asilo i giochi a cui si tiene).
  • 14 ottobre 1990: stavolta mi sveglio e, cosa trovo in camera mia? Una fantastica bicicletta "da femmina" rosa (wow! Da femmina!) con campanello e cestino, sicuramente la più bella mai avuta in tutta la mia vita finora. Regalo di mio padre che nel giro di meno di un mese mi fotterono dal garage del condominio. A me rimase il commento scontroso del genitore giustamente seccato: "Certo che se non metti la catena...!".
  • 14 ottobre 2000: sulle strette e polverose scale di una piccola libreria scolastica nella periferia di Roma, dopo l'orario di chiusura le colleghe (tra cui l'amica del cuore) e i titolari rendono omaggio alla commessa più imbranata del negozio e ai suoi 19 anni con torta e auguri. Quel giorno era anche il mio ultimo di lavoro, il mio primo di paga in assoluto, e anche uno di quelli che ricordo aver vissuto con maggior orgoglio e soddisfazione, dopo il delirio della giornata lavorativa.
  • 14 ottobre 2001: tanti auguri a te! Evviva! Mangiamo la torta, scarto i regali. Ora, presto che è tardi, prendi le valige, dai che perdo il treno! E ciao accorati dal finestrino. Hai preso il vino e le paste? Sì ciao a presto. SMS: dimmi quando arrivi ti veniamo a prendere. E la sera di nuovo tanti auguri a te! Evviva! Mangiamo le paste, beviamo il vino, che bello che sei tornata. Domani ci ho l'esame, ma mi sa che non ci vado.
  • 14 ottobre 2003: "Hola estoy buscando piso." "Italiana? No, no tenemos: ya alquilado!" E pianti a dirotto alla cabina del telefono attaccata al ricevitore muto, dopo aver consumato anche l'ultima scheda telefonica. Ma quanto ciucciano queste schede? Sai che faccio? Mo' mi compro un cellulare, tiè. Autoregalo di compleanno, e domani ricomincio a cercar casa. La sera la signora Maritere, mia gentile ospite in quell'Erasmus iniziato male, mi cazzìa in maniera abbastanza chiara che io la possa comprendere pur non capendo una mazza di spagnolo o poco più. Perchè non le ho detto che era il mio compleanno? Esce e ritorna con torta e un pacchetto.  L'unica volta in vita mia che ho posseduto un ombrello di Louis Vuitton: e con che stile riparava dalla pioggia madrilena!
  • 14 ottobre 2004: finisco di riapparecchiare gli ultimi tavoli, dò un colpo di scopa e spengo le luci in sala. Sarà quasi l'una e sono distrutta. Scendo al piano terra e... sì, avete indovinato: torta, candeline, tanti auguri. Ed io, che mi ero sparata già durante il servizio due fette di sfoglia pere e cioccolato di straforo, butto giù a forza due fette, una per ogni varietà di torta presente, per fare onore ai festeggiamenti. Mi cambio, esco, inforco la bici e sono a casa. Tutto tace. Entro in camera e... aridaje co' ste torte! E mo' basta! Tanti auguri Ciccionismo. Hasuna ma che è 'sta luminara? 'Do li hai presi 'sti lumini, a un cimitero? Ecco come lo ricompenso quando vuol fare il romantico. Ma ero in acidità iperglicemica. Perdonatemi.
  • 14 ottobre 2006: evviva evviva! Ragazzi, a mezzanotte si va tutti in piazza a fare casino! Offro io, che oggi compio il quarto di secolo! Dai su, trangugiate quegli avanzi di parmigiana che si festeggia, prendete le chitarre, dove ho messo le bolas? Io non ricordo più molto di quella sera, so solo che ho ecceduto, per l'ultima vergognosa volta della mia gioventù, in alcool, esibizioni, e volume della voce, in gente fermata per strada al grido di "Quarto di secolo! Vieni a bere un bicchiere con noi!" e pizzica scomposta a piedi scalzi sull'asfalto tra vetri di bottiglie rotte e testa che girava, e cani e amici che tornavano da molto lontano per venire a salutarmi, a festeggiarmi.
Però non è che poi fossi più felice di prima, a parte le condizioni disastrate del mio fisico nel post-sbornia. Non è proporzionale all'entità della festa il grado di soddisfazione personale.
E se proprio mi guardo indietro poi e riconsidero questi e altri compleanni di trenta che ne ho vissuti, sorrido, sì di certe situazioni e di emozioni che oramai sento lontane, andate, non più mie, eppure mie per ciò che sono diventata, ma mi sembra di non poterne rimpiangere neppure una, chè quella di oggi, di condizione, mi piace assai, al di là dei mal di pancia passeggeri al pensiero di essermi guadagnata la trentina, con tutto ciò che è passato per arrivare fin qua, in cima alla china, e ciò che invece non è passato, è rimasto, sfrondato dal surplus.
E una pupa nuova nuova con cui andare ai giardini.

Ventitré.

Ventotto.
P.S.
Gli auguri sono graditi, se vi pare. Lo so che è triste chiederli, ma ancora più triste non riceverne per niente (soprattutto quando fai trent'anni).

37 commenti:

  1. Bellissimo post!! BUONISSIMO COMPLEANNO SUSTER!!! Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  2. taaantiii auguuuuriiii a teee, taaaantiii auguuuuuriiii a teeeeeee e potrei continuare ;)
    Buon compleanno cara (permettimi) Suster
    Conni

    RispondiElimina
  3. Benvenuta nella grande famiglia dei trentenni. Auguri!

    RispondiElimina
  4. Ma auguri e auguri e ancora auguri di cuore! Potessi te li farei anche di persona :-D

    RispondiElimina
  5. Auguri cara!
    e mlle di questi compleanni!
    smack smack!

    RispondiElimina
  6. Tanti tanti auguri!!!!!!!!
    :-)

    RispondiElimina
  7. auguri susterrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!! abbiamo i pupi nati lo stesso giorno e lo stesso anno e io sono nata in ottobre....però ho qualche anno in più!!!!! bacionisssismi!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Buon compleanno! Io dai trenta ne ho sempre trentapassa :)

    RispondiElimina
  9. Casa Susanna,
    non potevo scordare il tuo compleanno, quindi tanti auguri per i tuoi 30 anni!
    E' una data importante, questa. E sono d'accordo con te sul fatto delle celebrazioni. Oggi è il TUO giorno, e vai festeggiata. Che sia una giornata da ricordare, magari tra qualche anno, in un altro post con un bell'elenco felice come questo!
    :-) Silvia

    RispondiElimina
  10. tanti auguri di cuore!!!! e quest'anno? assolutamente devi festeggiare!!!!! un abbraccio stretto!!!!!

    RispondiElimina
  11. amoreeeeee! hai il dono di essere cristallina, non conosci finzioni ed è per questo che ti chiamo amore! tantissimi auguri, sei giovane dai...io ne ho 5 più di te ma portati benissimo (dentro, fuori mica tanto...mi è uscito un pelo nero sul mento). Se fossi a Roma ti farei la coroncina di feltro come quelle che faccio ai bimbi e una bellissima torta da parte della mia amica Cri (la maga dei dolci). E poi tante foto con la pupa, magari esposte male o con i pali, però belle...con voi che vi guardate negli occhi e sorridete e ballate...Se Hasuna non si comporta bene gli facciamo ingoiare i dentini eh! Siamo...quante donne qui? Dai, un pò sono tutti così, teniamoceli pure se fallati:) Buon compleanno!

    RispondiElimina
  12. Wow!!!! Trent'anni!!! :) Auguriiiiiiiiiii da una che è quasi più vicina ai 40 che ai tuoi bellissimi 30 ;)

    RispondiElimina
  13. Auguriiiii!! Non ho idea di come sia compiere 30 anni, visto che ormai ne compio 29 da 4... Ma immagino sia proprio triste abbandonare gli enti ^__^ !!!! BUON COMPLEANNO!!!!!

    RispondiElimina
  14. Ma auguri e ancora auguri 30 è un bellissimo compleanno!

    RispondiElimina
  15. Tanti auguri di cuore e festeggia alla grande ;)

    RispondiElimina
  16. Oibò sono commossa! Che partecipazione! vedo che avete risposto in tanti all'appello "reagala un augurio a una Suster". Grazie a tutte(/i) uno per uno(/a).

    @Debbie: Hasuna è stato bravo (pover'uomo)e mi ha promesso un week end speciale. Mo' vediamo... Voglio la foto di me e la pupa con una gru (non l'animale, quella edilizia!) alla faccia del tuo maestro bacchettone.

    @Silvia: grazie! Auguri anche a te allora! Festeggerò a mio modo, che di bagordi son proprio satolla, e non ho più l'età... (eh, no, proprio no!)

    A tutte le altre: grazie, grazie e ancora grazie! Mi sento davvero circonfusa di affetto. Ma come facevate a ricordarvi che era oggi? ;)

    RispondiElimina
  17. Ma ti pare che non ti faccio gli auguri???
    AUGURISSIMI!!!
    Tesora vorrei abbracciarti guarda!Un bacione tutto per te e fai a modino ;-)

    RispondiElimina
  18. Auguri Suster!!! Buon compleanno! Un abbraccio fortissimo dal caldo Salento!

    RispondiElimina
  19. Non dovessi riuscire a leggere tutto... prima ti faccio gli auguri, e poi torno su a leggere!
    bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio bacio!
    che bella età!!!!!

    RispondiElimina
  20. E dici che non ti facciamo gli auguriii???

    AUGURISSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSIMIIIIIIIII!!!!!

    RispondiElimina
  21. Non ricordo così bene nessun mio compleanno... ma ricordo che il 14 ottobre 1996 andai all'ospedale ad incontrare un nipotino nuovo di zecca! Auguri ad entrambi ;D

    RispondiElimina
  22. grazie per gli auguri! suvvia, l'età ce l'hai ancora... se vuoi lo puoi fare! io a 30 voglio sentirmi come oggi! :-)

    RispondiElimina
  23. Ma è giustissimo desiderare che la gente si ricordi di te e ti riempia di auguri :D e quindi BUON COMPLEANNO SUSTER!!!!
    e' appena scattato il tuo 2 giorno da trentenne :) è un bel traguardo da celebrare!!!non che cambi qualcosa..ma queste cifre tonde fanno riflettere..!E pensa che tra qualche compleanno ci sarà la tua bimba stessa a festeggiarti..questo secondo me vale tantissimo ^-^

    RispondiElimina
  24. Auguri cara SuSter!!
    Che bella la foto di te tutta splendida e abbronzata!
    Scusa il ritardo, ma faciamo che io stro ancora all'ora di Greenwich e quindi e' ancora ieri...ehhmmmm. Si, insomma, Buon Compleanno :-)

    RispondiElimina
  25. AUGURISSIMI ...con tutto il mio affetto...e quanto sei bella! Un abbraccio... goditi i festeggiamenti di questo compleanno...

    RispondiElimina
  26. Ma auguri di uno strepitoso compleanno!!! Sono in ritardo? Spero che valgono lo stesso!!! Guarda se prepari il caffè vengo a prenderlo....ihihihhi!!!!Baci..ho visto anche le tue fotine..ma sei splendida!!! Baci...

    RispondiElimina
  27. ...e nemmeno un vago riferimento a quando ti regalai 2 bellissimi trattopen colorati (uno verde e uno rosa)nel lontano forse 1993 (oddio che impressione scrivere 1993)

    RispondiElimina
  28. In ritardo ma... tante angurie!
    Che bella la carrellata nel tempo compleannica, io non ricordo così bene nemmeno l'ultimo!
    Che i futuri 14 di Ottobre possano essere altrettanto saporiti e memorabili.

    Alice celebratrice

    RispondiElimina
  29. AUGURONIIIII!!!!!!! In ritardo valgono lo stesso spero ^^'
    Hai perfettamente ragione, su tutta la linea: i compleanni vanno festeggiati e chi ci circonda DEVE ricordarseli, mannaggia. Dico, ci vuol tanto a ricordarsi una data, o magari scriversela in agenda/sul cellulare, se proprio con i numeri non vai d'accordo (come me del resto)?
    Mi è piaciuto in particolare il compleanno 2003. Madrid... Awwwww... Io ci sarei andata per la tesi due anni dopo :)

    RispondiElimina
  30. Grazie ancora! Ok, ora inizio a sentirmi piuttosto imbarazzata...

    @tri e alice: io li ricordo molto bene tutti, o quasi, sarà che forse attribuisco al compleanno un valore e un significato eccessivo rispetto alla reale consistenza della cosa. E' pure vero però che li ho sempre "celebrati" in maniera anticoncezionale... ops: anticonvenzionale come si evinca anche dalla carrellata.

    @Robin: io per la verità pretendo impegno altrui, ma ultimamente sto iniziando a perdere i colpi e capita spesso anche a me di dimenticare quelli di amici anche cari... succede. E' che volevo prevenire l'eventualità di deprimermi come l'anno scorso, che davvero mi sono sentita dimenticata dal mondo. Il fatto è che dopo la nascita della pupa mi sono molto isolata, per forza di cose, e quando in giro non ti fai più né vedere nè sentire per mesi, non rispondi più al telefono e ricevi visite controvoglia e col contagocce, per forza di cose alla gente esci di memoria. Purtroppo è così. Ma quest'anno mi sono sentita una regina eh! (grazie anche a tutti questi affettuosi commenti!)

    @Simo: pure qui? Vedi che potrei denunciarti per stalking! ;)

    @Silvia: no, ti giusìro. Li so che se volessi potrei, pure a 50 anni, non ci piove. ma devvero, di bagordi non ho più voglia. Già dato a sazietà (ora chissà che vi pensate, non sono una festaiola: la mia festa ideale è un massimo di 10 amici a grigliar carne in terrazza o in cima a un monte. Tipo eremitaggio!)

    @Mel: ma lei c'è già! ;) Ed è questo che mi rende felice incondizionatamente. Grazie!

    @Sfolli, Lena, Malù: bellissima? Quanti complimenti... ma de che? Abbronzata? A ottobre? Ci sta: quello era l'anno della laurea, un giorno scrivevo, e un giorno andavo al mare... più o meno! Bella vita!

    @Elena, ovvero amichetta: ci ho messo mezz'ora a capire cosa fosse un "trattòpen", forse una specie di dolce fritto alsaziano? poi ho capito che dovevo solo spostare l'accento e ho capito. Cavolo: quello è stato uno dei regali più belli mai ricevuti in vita mia ! ;)
    (ok, dopo lo stendi cera per farsi i peli!)

    RispondiElimina
  31. Ciao Suster ero assente dalla blogosfera mi stavo perdendo questo evento! Auguri!!!
    Quanta tensione al cambio di decina... me lo ricordo il mio 30esimo, e pure la mia amica del cuore che mi regala le candeline 3 e 0 mi hanno dato il colpo di grazia! però passa e si sopravvive, chissà al prossimo cambio di decina che non è lontano... ciao ciao! e

    RispondiElimina
  32. Diciamo che in prospettiva mi godo i miei dieci anni di prassi con il tre davanti, dopo di che posso anche iniziare a preparare il cappio... scherzo! In realtà dò scarsissima rilevanza al conteggio dell'età anagrafica. Passato il giorno cruciale in cui un poco di depressione è sempre in agguato non sono proprio il tipo che si abbassa l'età. Anche perchè con quel sistema rischi di fare la figura di una che se li porta male! Vuoi mettere sentirti dire "Trent'anni? ma non si direbbe mai! sembri una ragazzina!" ;)

    RispondiElimina
  33. Ecco, che vergogna mi sono persa i trenta! Auguri auguri carissima Suster!

    RispondiElimina

Che tu sia un lettore assiduo o un passante occasionale del web, ricevere un commento mi fa sempre piacere, purché inerente e garbato.
Grazie a chi avrà la pazienza e la gentilezza di lasciarmi un segno del suo passaggio.