mercoledì 27 giugno 2012

Buon viaggio coccinella!


Una delle cose che ancora non ci sono del tutto chiare è il perché.
Coccinella, cosa ti ha spinto a tanto?
Non stavi bene in casa con noi? Eravamo convinti non ti mancasse niente, e invece...
E' pure vero che non era la prima volta che ci provavi, a infilare la portafinestra, ma noi abbiamo preferito credere si trattasse di una sorta di richiesta di attenzioni, di un po' di sano esibizionismo, piuttosto che di un vero e proprio tentativo di evasione.
Mai avremmo pensato che l'avresti fatto davvero.

Indagando e passando in rassegna le varie ipotesi, durante lunghi summit straordinari alle 3 di notte, siamo giunte a queste possibili conclusioni:

A- Coccinella è scappata perché è birbante. (Ipotesi colpevolista).
B- Coccinella è volata via perché voleva andare a cercare la sua mamma. (Ipotesi sentimentale, da libro Cuore, proprio).
C- Coccinella è andata via perché voleva vedere il mondo, poi magari torna. (Ipotesi libertaria possibilista, sponsorizzata da Costa Crociere).
D- Coccinella è andata a trovare gli angioletti. (Ipotesi trascendentale ascetica. Anche le coccinelle hanno un'anima, ed è un'anima di elio).
E- Coccinella si è persa e non sa tornare (Ipotesi Chi l'ha visto. Colonna sonora: F. De André).

Dunque, se vi dovesse capitare di imbattervi in una coccinella mezza sgonfia e in evidente stato confusionale, appurato che non sia in vacanza culturale nè sulle tracce della Grande Madre Coccinella, prego contattarci.

Non so se resisterò a una nuova inchiesta notturna e ho una certa urgenza di chiudere il caso.
Grazie in anticipo per le eventuali segnalazioni.
(Non è prevista alcuna ricompensa per i collaboratori).

La vostra inviata Suster per: La vita segreta degli oggetti.
Per oggi è tutto, grazie per averci seguito e buona giornata.

PS:
Pare che la pupa abbia già iniziato a festeggiare il proprio compleanno, quest'anno, prendendola con largo anticipo. Superstite da una festa di fine anno con genitori e maestre e dalla preparazione di ben due torte in notturna perché lei stamani potesse cantare Tanti auguri a te con gli amizi, prima della chiusura estiva dell'asilo, inizio solo ora a intravedere il dannato tunnel in cui mi sono cacciata. Prossimo anno, festa ai gonfiabili?

15 commenti:

  1. bellissimissimo :*

    RispondiElimina
  2. Nella fattispecie ti riferisci al fatto che io sia costretta a discutere in orari assai poco ortodossi delle motivazioni di un palloncino, o al modo in cui io ho esposto questo accidente?

    RispondiElimina
  3. Piccoletta (tu, non la Pupa)! Hai tutta la mia comprensione. Però mi hai fatto sganasciare. C'è anche un'altra ipotesi: Coccinella è tornata nel mazzo del tignoe dei palloncini perché aveva nostalgia dei suoi amici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che... non ci avevo pensato. Potrebbe essere andata così. devo dirlo alla pupa. Solo se inizia lei il discorso: non vorrei riaprire ferite in via di rimarginazione. Dopo gli eventi degli ultimi giornio Coccinella è passata in effetti un po' in secondo piano. Stanotte si è parlato della "pesta" e di lei che ha "soppiato" le candeline, con gli "amiti" che cantavano tantiauguriaté, e poi di una "pappalla" che ieri si posava sulla mano di babbo e anche sul suo braccio... Insomma, alle tre di notte gli argomenti continuano a non mancare!

      Elimina
  4. Ma questa è una favola da raccontare ai bimbi. Bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona. E poi anche questa è una favola narrata a più voci (la mia e quella della pupa): La sua immaginala squillante e martelllante, la mia impastata e roca, che a momenti si perde nel vagheggiamento di un sonno subito ridestato dalle insistenti apostrofi di lei: "Andata dalla tua mamma la coccinella? Eh, mamma? E' andata dalla tua mamma la coccinella?" "Mmmmh..."

      Elimina
  5. Ciao, che tragedia. ma come si fa a lasciare una casa così divertente? Coccinella mia, ma dove trovi di meglio? Va beh, hai diritto anche tu di vedere un pò di mondo. Io sono per l'ipotesi liberatria, possibilista modello Snc (Costa Crociere ha un pò di problemini ultimamente). Mi piace pensare che coccinella se ne vada in giro a conoscere altri simili, magari ad innamorarsi e che so a portare fortuna a chi ha bisogno. Ecco, si me la immagino come la Mery Poppins delle coccinelle. L'idea di lasciare aperta la finestra con questo caldo infernale mi fa pensare alla possibilità di un ritorno. Non è poetico immaginare tua figlia sul davanzale di notte a cercare tra le stelle la sua amica?
    Buona giornata. Ti sono vicina per la fuga!!!
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non lo so proprio... credo che abbiamo sottovalutato un suo malessere reale e profondo. Del resto fa decisamente TROPPO caldo per un palloncino a elio, assai più incline di noi agli sbalzi di pressione...

      Elimina
    2. Ehi, ma era Peter Pan che antrava dall a finestra. Mary Poppins no, ci giurerei! Lei infilava la porta dopo aver spazzato via la colonna di tate in attesa!

      Elimina
  6. il tuo palloncino è arrivato a casa nostra, è stanco, stremato e molto triste. volevo fare una passeggiata ma non ha più ritrovato la strada di casa, vi manda un abbraccio e spera che possiate perdonarlo.

    baci dalla coccinella

    RispondiElimina
  7. La coccinella sta bene, è qui da me e sta giocando con mia figlia. Sta facendo il giro di tanti bambini per giocare con loro, tra qualche giorno partirà per un'altra famiglia. (ipotesi altruistica)

    RispondiElimina
  8. è possibile anche che magari, nel caso in cui coccinella passasse da Roma e mi chiedesse un passaggio (ipotesi autostoppista), potrei in agosto riportarla da voi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto è possibile cara amichetta. Per allora credo che il lutto sarà già pienamente elaborato. Ma saremo sempre pronti a riaccoglierla in seno alla famiglia, quell'ingrata sciagurata!

      Elimina
  9. Accidenti! Ma che giri strani ha fatto? Quindi posso dire alla pupa che Coccinella ha deciso di visitare tutti i miei contatti blog? Magari visto che ci siete rimpolpatela un pochino, che quando è partita era un po' giù di tono. Grazie per le segnalazioni! (Da farci una mappa su google!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nano da giardino del babbo di Amelie le farà un baffo! :)

      Elimina

Che tu sia un lettore assiduo o un passante occasionale del web, ricevere un commento mi fa sempre piacere, purché inerente e garbato.
Grazie a chi avrà la pazienza e la gentilezza di lasciarmi un segno del suo passaggio.