martedì 7 agosto 2012

Nostro Mar.

Siete tutti morti?
Io personalmente ho creduto di non poter sopravvivere a questa prima bella mazzata di caldo e afa cittadina che hanno trasformato casa nostra in una fornace, togliendo respiro e capacità reattiva ai suoi abitanti over-due. Non so perché il caldo non riesca invece a fiaccare troppo la pupa. Sarà che nelle ore centrali della giornata se la dorme beata con tanto di condizionatore.
Sarà.
Io però accuso, sia la sua esuberanza di energia, davvero fuori luogo in queste bollenti contingenze, sia la stanchezza accumulata nei giorni immediatamente successivi al nostro rientro, chè mi ero messa in testa di concorrere, tanto per non sentirmi fuori gioco, concorsi per laureati. Ho riesumato i cari vecchi manuali dell'università, e mi sono imposta questo ulteriore supplizio.
Se non altro ci hai provato, Suster.

Vabbè, ma ora avrei proprio bisogno di freschezza, e riposo, e oblio, ora che andare al mare con la pupa in mattinata è diventata più una velleità suicida che un piacere, ora che ci sono altre cose a cui mettere mano, altre cose che iniziano, cose di cui forse un giorno vi parlerò, ammesso che a qualcuno freghi qualcosa, e la stanchezza mi attanaglia, proprio quando la città si spopola e tutti gli uffici sono chiusi, e io immagino le altrui assenze trasformate in altrettante vacanze su lidi meravigliosi, mi cullo nel ricordo dei miei giorni di relax, ormai così lontaaaani!
(Nota per me: le vacanze in luglio sono una fregatura, finiscono troppo presto!)



Naturalmente non finisce così il mio resoconto della mia Vacanza.
In poche parole, siamo andati al mare.


Potevo io perdere l'occasione di postare un bel malloppazzo di foto della pupa felicemente sguazzante nelle acque cristalline di quella che è per un quarto di DNA, la sua terra madre?

(In questa foto, trova Hasuna)

La pupa ha avuto il suo bel daffare, in quei densi e annacquati quindici giorni.

Ha esaminato la composizione mineralogica dell'arenile.

Ha osservato le proprietà polimorfiche della massa liquida.

 


Ha ostentato look da spiaggista (anche se ha dovuto attingere al guardaroba della cuginetta, avendo lei un solo costume che spesso e volentieri veniva dimenticato a casa!)

Ha edificato e demolito, miscelato e plasmato la materia inerte.


Ha improvvisato traversate di natanti.



Ha salutato il mare, la sera, quando le ombre si allungavano sull'acqua, e lei aveva le labbra blu per il vento e i tanti bagni, e allora ci congedavamo da lui, per tornare poi.



Ha esultato per le pesche miracolose del babbo.
Il quale, per conto suo, andava a pesca.





Ha amato scorrazzare seminuda, in varie guise.



Ha esplorato pertugi e colonizzato di mollette gli angoli più disparati della casa.


 
  
Ha rinunciato ad avere i capelli in ordine.


E soprattutto, ha giocato con Babbo.




Ha assaporato la dolce frutta dell'estate, generosamente elargita dal nostro albero di susine, fedeli compagne di viaggio, che con noi hanno attraversato mezza Italia, per poi finir così, su lidi di vacanza divorate.


Ha festeggiato i suoi due anni, estinguendoli come le fiammelle di quelle due candeline rosa, più e più volte, per essere sicuri.



Dopo esserci esercitati così a lungo, valeva la pena che durasse più del tempo di un soffio, il suo momento.

Ed era già ora di tornare.
Allora ha salutato dal parapetto del traghetto...



Ha lasciato un ultimo sguardo pensieroso alla costa che si allontanava, romantica come un'eroina da romanzo rosa.



E via: di nuovo verso casa.

19 commenti:

  1. mi sembra tutto meraviglioso, anche le mollette perchè ci giocavo anch'io. baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, pesci a parte (io ODIO i pesci!)

      Elimina
  2. Ma che foto meravigliose!! Posso chiederti che tipo di fotocamera usi? La bimba è tuttadamordicchiare. E che sguardo furbetto... PS Ho trovato Hasuna (il vucumprà arenato in acqua :D
    Besos a voi e soprattutto alla pupa :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un'obsoleta reflex nikon D40 (che spero di poter cambiare presto con un modello un pèo' più aggiornato), con obiettivo base 18-55 mm, 1:3.5-5.6 di diaframma. Ne ho anche uno più fighetto ma ho scoperto che su questa macchina non sono in grado di usarlo perchè pur essendo compatibile non ha nè messa a fuoco nè esposimetro automatici, di conseguenza le foto sono sempre un terno al lotto: quando vengono bene sono molto più luminose e nitide, ma rischi di perdere dei bei scatti perchè in condizioni di luce non proprio ottimali si rifiuta di collaborare.

      Brava! Non vinci nulla eh!

      Elimina
    2. Io ho un reperto archeologico: una canon PowerShot A400 (regalo di laurea), e la qualità delle foto che fa non mi soddisfa. Sono affascinata dalla fotografia ma non ci capisco nulla. Poi ti chiederò consigli et suggerimenti relativi all'acquisto di qualcosa di abbordabile e decente per una neofita come me <3<3<3

      Elimina
  3. Si morti! Anche al mare si può :(

    foto meravigliosissime e pupa divina.
    In bocca al lupo x tutte le cose a cui mettere mano. Coraggio!

    RispondiElimina
  4. tie'!!! (in riferimento alla prima domanda). per il resto, si sa che i pupi hanno energie da pupi, a discapito dei necessariamente meno energici non pupi. ps ma che bella la vostra pupa! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male, vuol dire che qualcuno è sopravvuissuto: qui hanno fatto due giorni da incubo e ne sono uscita abbastanza morta. Fortuna che ora tira un po' di vento che fa sopportare le alte temperature... (ecco di cosa parlano i tg quando parlano di temperatura "percepita")
      Quel che non capisco è: ma anche loro sentiranno il caldo, no? (i pupi intendo)

      Elimina
  5. Le foto della pupa ce gioca col papà mi fanno venire le lacrime... Vabbè non ci fare caso, io sono irrecuperabile!!!
    Cmq foto stupende e la Pupa me la mangerei.... :)

    Nell'ultima foto siete bellissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le lacrime... dalle risate! No, dai, non ti commuovere così! Grazie, finalmente un complimento che riguarda anche me!

      Elimina
  6. Allora buon compleanno! sorellina ha appena festeggiato i 3 anni, ma in montagna!

    RispondiElimina
  7. Nonostante la tgua stanchezza,stai facendo un lavoro magnifico. Lei è splendita e trasuda felicità.
    Raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li prendo per buoni, questi complimenti. Naturalmente le foto selezionano i momenti ok della pupa. Ma ci sono anche momenti di grande difficoltà, nella fattispecie durante questa vacanza una pupa furibonda ha dato il meglio di sè inaugurando un periodo burrascoso fatto di lunghe sfuriate diurne e notturne, non sempre motivate, mai adeguatamente motivate in paragone all'entità del capriccio che ne seguiva... ma va bene anche così. Questo non significa che io non sia d'accordo con te sul fatto che sia splendida e felice. Spero di riuscirle sempre a dare la sicurezza emotiva di cui ha bisogno. Grazie.

      Elimina
  8. L'ultima foto fissa un momento veramente bello: è perfetta!
    Cerchiamo anche noi di sopravvivere al caldo nella speranza che, quando toccherà a noi partire, il tempo sia clemente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incrocerò le dita per voi. In ogni caso è sempre meglio affrontare la canicola in un bel posto di villeggiatura che in una soffocante afosa città semideserta...

      Elimina
    2. Grazie per l'incrocio... il mio timore però è che il tempo sia bello mentre siamo a casa e brutto quando siamo via... :(

      Elimina

Che tu sia un lettore assiduo o un passante occasionale del web, ricevere un commento mi fa sempre piacere, purché inerente e garbato.
Grazie a chi avrà la pazienza e la gentilezza di lasciarmi un segno del suo passaggio.