giovedì 22 gennaio 2015

Il rumore dei desideri.


Mamma, vorrei tanto la carrozza delle Winx. Vorrei avere tutte le principesse, e vorrei restare per sempre di quattro anni. Vorrei avere tante sorelle e due gemelle. Vorrei che Buia restasse sempre con noi. Vorrei un piccolo gattino per prendermi cura di lui. Voglio fare un pigiama party con tutte le mie amiche e vorrei invitare una volta Matilde a casa mia e farle vedere tutti i miei giochi. Mamma, vorrei fare un disegno grandissimo con tutte le scritte. Mamma, io voglio stare sempre con te. Non voglio che tu muoia, mamma. Non voglio mai crescere e non voglio mai morire.



Vorrei, vorrei...
 Vorrei che le mie bimbe siano felici, che non si sentano mai diverse, o inferiori, o più sfortunate degli altri, che non pensino che a loro manchi qualcosa. Vorrei essere più sicura di me. Vorrei essere serena. Vorrei avere il coraggio e la forza di credere in me, di propormi agli altri senza sentirmi in difetto.
Vorrei riuscire a controllare meglio i miei umori, vorrei non perdere la pazienza tanto facilmente e imparare a lasciar correre di più. Vorrei accettare di non essere poi la persona che aspiro ad essere, ed accettare i miei punti deboli come sono disposta a passare sopra a quelli degli altri, con la tolleranza che si ha per gli esseri umani, perché sono esseri umani. Vorrei accettare di non avere sempre tutto sotto controllo. Vorrei riuscire ad essere più puntuale. Vorrei un lavoro, dignitoso, che mi piaccia. Vorrei avere più tempo per fare tutto, vorrei riuscire a mettere mano ai sogni, vorrei riuscire a dire tutto ciò che ho da dire. Vorrei vedere il mondo. Vorrei...

Vorrei essere grande come Mimi. Vorrei fare tutto quello che lei fa. Vorrei la bambola di Elsa e anche quella di Biancaneve tutte per me. Vorrei mamma vicina quando sono stanca o nervosa. Vorrei mettere il vestito rosa da principessa di Mimi e ballare. Vorrei fare giro-giro-tondo tenendoci tutti per mano all'infinito. Vorrei scendere le scale da sola ma poi vorrei anche la mano, ma vorrei fare da sola. Vorrei che gli altri mi capissero al volo quando parlo. Vorrei andare in giro con gli stivali di mamma. Vorrei scrivere coi pennarelli su tutte le pareti di casa e stare un ora con le mani sotto il rubinetto. Vorrei vedere a ruota tutte le puntate di Peppa Pig. Vorrei dormire sempre nel lettone. Vorrei che mi si dia sempre ragione. Le cose che vorrei nemmeno le potete immaginare perché io non ve le ho mai dette.

Vorrei...
Vorrei poter restare con la mia famiglia. Vorrei che i soldi non condizionassero la mia vita. Vorrei che la gente non avesse pregiudizi. Vorrei un lavoro che mi permetta di vivere tranquillo. Vorrei non sentirmi più straniero dove sento di essere a casa mia. Vorrei... vorrei non dovermi giustificare per la mia religione. Vorrei che i telegiornali non gettassero benzina sul fuoco dell'intolleranza. Vorrei prendermi un anno di vacanza per girare il sud America. Vorrei che tu mi appoggiassi. Vorrei che tu mi capissi...

Vorrei che tu facessi progetti più fattibili. Vorrei poterti dire che sono d'accordo con te. Vorrei che considerassi il mio punto di vista. Vorrei che passassi più tempo con le tue figlie. Vorrei che la smettessi di sentirti una vittima...

Vorrei che tu non diventassi subito polemica. Vorrei che fossimo spensierati come eravamo prima.

Vorrei che capissi che ci sono momenti e momenti, nella vita. Vorrei che fossi soddisfatto di quel che abbiamo.

Mamma, vorrei che tu e Buia non litighiate più.

...

Ok, e allora parlo io. Vorrei la ciotola sempre piena, e che mi si apra la porta quando voglio io. Vorrei essere sempre considerato. Vorrei un piumone per dormire e mani che mi liscino il pelo. Vorrei non dover più indossare quelle collane da principessa e vorrei essere lasciato in pace quando sto per i fatti miei.

E io vorrei che mi si dica sempre che sono bravo, e che mi salutiate sempre quando tornate a casa. Vorrei che la mattina all'alba io non debba aspettare tutti quei minuti prima che mi si faccia uscire, ché ho fretta. Vorrei essere amato come il gatto migliore del mondo, anzi, vorrei essere un uomo ed essere trattato come un uomo.

Esagerato, a me basta avere la ciotola sempre piena.

Ognuno ha i suoi, di desideri.

Mamma, vorrei essere una sirena! E vorrei che tu diventassi la regina delle sirene, così non ti dovrò lasciare qui sulla terra.

Vorrei... vorrei... vorrei tanto avere un salotto con un divano...

Mamma, pappa! (Trad: mamma, vorrei tanto desinare in questo medesimo istante)

E poi vorrei...

Mamma, pappa, pappa! Cucco, mamma, cucco! (Vorrei anche del succo di frutta, cara mamma)

Vorrei passare una giornata in barca a pesca.

Hasuna, vorrei che tu mi aiutassi. E vorrei che alzassi il culo dalla sedia.

Vorrei che Babbo Natale mi portasse la pozione per restare bambina.

Mamma, cucco, mamma!

Mamma, vorrei tanto cantare con una voce da sirena.

Miao miao! (Vorrei avere la priorità su qualsiasi cosa voi stiate facendo in questo momento!)

Zorro, vorrei che tu stessi zitto, una buona volta!

Mamma, pappa! Mamma, 'mbiacc'n! (Vorrei, che tu mi prendessi in braccio, mamma cara).

Mamma, lo sai cosa vorrei?

Scusa, Mimi, non ti sento.

Mamma, pappa!

Vado a fumarmi una sigaretta.

A tavola su!



In fondo credo che il bello sia proprio questo, che per lo più rimangano irrealizzati.

6 commenti:

  1. Mi sono commossa :) posso ancora dare la colpa agli ormoni? Tanti dei "vorrei" delle tue bimbe, vorrei poterli fare anche io...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scommetto che ti riferisci alla voce da sirena... :-D

      Elimina
  2. Ma il mio commento è sparito? miii, che imbranata.
    Vabbè dicevo: il post è bellissimo.
    Siete molto belli anche voi, con o senza divano.
    Tutto può cambiare, col tempo - persino noi stessi lo possiamo.
    Sono molto felice che siate tutti qui.
    Ci vediamo prestissimo, ma questo già lo sai.

    Susibita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saremo pure belli senza divano, ma scomodi! :-P

      Elimina
  3. Bellezza questo post- così potente e delicato! Mi sono commossa!

    RispondiElimina
  4. Grazie per il potente... Per il delicato... Per la bellezza e la commozione. Tutto ciò?! Davvero?? Wow!

    RispondiElimina

Che tu sia un lettore assiduo o un passante occasionale del web, ricevere un commento mi fa sempre piacere, purché inerente e garbato.
Grazie a chi avrà la pazienza e la gentilezza di lasciarmi un segno del suo passaggio.